Main Page Sitemap

Biglietto della lotteria traduci in inglese





Bene, se non estrazioni del lotto 14 05 tutti cavie, come si sperimenta?
Ma, ad esempio, la Dompe è una casa farmaceutica, e, studia per recuperare i danni retinici e del nervo ottico.
Le ricerche, poi, hanno tutte collegamenti tra l'intero occhio,perchè l'occhio è un organo molto complesso composto da elementi apparentemente autonomi, ma non sono autonomi.
Dobbiamo far giungere ai ricercatori la nostra gratitudine e la nostra fiducia, perchè così sapranno che i loro sforzi non saranno sterili.Tutto si sposta verso l'autonomia, e, non verso il vedere per il piacere di vedere.C'è anche molta confusione che potrei sintetizzare, ma ogni sintesi porterebbe a spostare solo l'argomento.Per questo ci ho fatto un articolo,ottenendo il disappunto di chi crede di stimolare il rammarico di avere perduto la cosa principale per il benessere delle persone.Ha investito molti soldi e rilevato l'intero pacchetto azionario della Anabasis Pharma, proprio perchè voleva sviluppare al meglio le idee della Montalcini.Ma, giungo ad una considerazione: Se i ciechi e gli ipovedenti non credono alle possibilità di recuperare.Caro Brillo, siamo in discorsi complicati?, certamente.I tuoi sospetti, in quell'ambiente, sono largamente condivisi.Se si sentono bene come sono, se non hanno fiducia nei ricercatori, come possono pensare che gli operatori del settore investano denari in ricerche costose dove non sono manifestati interessi dei possibili destinatari?Se è vero che a loro può bastare tenere sotto controllo una malattia, si dev etenere presente che ci sono le competizioni e creare un farmaco risolutivo porterebbe tantissimi ricavi.Noi poco o,tanto asseconda dei punti di vista.E' in pubblicazione la mia replica.Se hai letto il post su macula today,troverai un mio riferimento sul numero di partecipanti al convegno di Roma, intorno a qualche centinaio di persone presenti.Noi italiani siamo in pochi con richieste deboli.
Chiaro che i soldi si investono dove esistono possibilità di rientri.




Dobbiamo disapprovare i disimpegni.Vuoi una battuta feroce?,forse troppo feroce: graziamo i condannati a morte, commutanto la pena in sperimentazione clinica.Ma, poi, a risultati ottenuti si fanno i conti con le cifre per le terapie, che devono poter ripagare per le spese sostenute.Ho trovato tantissime divisioni anche interne,sia come interessi, sia su i metodi.Ma se confronti con i partecipanti dello stesso convegno a Chicago, non puoi fare a meno di notare il differenziale : circa 25mila persone presenti.Ho notato un certo scetticismo verso le possibilità di recuperi visivi, ma, anche verso terapie per vincere le malattie.Da qualche tempo collaboro nel giornale Giovani del Duemila, che è una pubblicazione dell'area uici.Il problema era anche economico e la Anabasis non aveva la stessa potenza economica.
Il tutto mi ha messo in crisi e,più volte sono momentaneamente uscito, Ma, non mi sono fermato.
E' assurdo, ma, vedi, un cieco prende importanti sussidi economici,per i quali riesce a ridurre il problema della cecità, laddove questa limita l'autonomia.





Poi c'è il beneficio che giungerebbe ai vari governi dei paesi che non avrebbero più le stesse spese per le invalidità,attualmente costosissime.
Ovviamente il differenziale si traduce in prospettive economiche.
Cosichè andiamo con il concetto che la retina è cosa diversa dal nervo ottico, trascurando che la retina è collegata al nervo ottico,e, questo alla corteccia visiva, e, quest'ultima al sistema nervoso centrale.,senza contare tutto ciò che viene prima e, che potrebbe anche avere sedi.

Sitemap